"Tu hai l'anima che...io vorrei avere" "Farsi del male senza il gesto di toccarsi"

Sara è stanca. Sara non vive più. Sara fa del male a se stessa. Sara è una catastrofe. Sara vuole ritornare a quel giorno. Sara si lascia salvare dalla musica. Sara utilizza le cuffiette come flebo. Sara non riesce a trovare il suo posto nel mondo. Sara si è strappata il cuore per non farsi più del mare. Sara si stringe nella sua pelle. Sara lo sento dentro. Lo sente nelle sue vene. Nella sua mente. Al di sotto della sua stessa pelle. Sara è stanca. Sara è tatuata. Sara è assente. Sara si ubriaca. Sara non può essere riparata. Sara sa di esser viva, ma si sente come morta. Sara sa che lui dorme con un'altra. Sara piange. Sara è fragile. Sara è andata. E' persa. Si è persa



.

Rido male.

"«Sei mai stato innamorato?» «L’amore è per la gente vera». «Tu sembri vero». «La gente vera non mi piace». «Non ti piace?» «La odio».”
— Charles Bukowski.
"Aveva desideri semplici: gli piaceva ubriacarsi più spesso possibile, da solo, e gli piaceva dormire lunghe ore e stare a casa, da solo. Un’altra stranezza di Martin Blanchard è che non si sentiva mai solo. Più riusciva a starsene lontano dalla razza umana, più si sentiva bene.”
Charles Bukowski.
"La gente è fortunata. Le piace tutto: coni gelati, concerti rock, cantare, ballare, odio, amore, masturbazione, panini col wurstel, balli folk, Gesù Cristo, i pattini a rotelle, lo spiritualismo, il capitalismo, il comunismo, la circoncisione, i fumetti, Bob Hope, lo sci, la pesca, l’omicidio, il bowling, i dibattiti. Tutto. Non hanno molto, perché non si aspettano molto. Ma sono una grande banda.”
Charles Bukowski
"Ordinai un altro giro di drink. Alzò il bicchiere e mi fissò mentre beveva un sorso. Aveva gli occhi blu e quel blu mi entrò nel profondo e lì restò. Ero ipnotizzato. Uscii da me stesso e mi tuffai in quel blu.”

Charles Bukowski

"Si spinse avanti a gomitate per prendere la sua vodka liscia.”

sorrisidisperati:

📖💛

©